BONUS PRIMA CASA 2020: COSA È E COME FUNZIONA

    uni bicocca oscar

    Guida aggiornata alle agevolazioni per chi compra la prima casa: come funziona il Bonus prima casa 2020?

    Il Bonus prima casa è in genere una agevolazione molto interessante per chi ha intenzione di acquistare una abitazione principale che abbia determinate caratteristiche.

    È fondamentale infatti che l’abitazione e l’individuo che acquista rispettino dei requisiti altrimenti il bonus non può essere erogato.

    I requisiti dell’abitazione per ricevere il bonus prima casa 2020

    Le categorie che beneficiano del bonus prima casa 2020 sono quelle registrate al catasto come:

    • A/2: cioè le abitazioni civili
    • A/3: le abitazioni di tipo economico
    • A/4: le abitazioni popolari
    • A/5: le abitazioni ultra popolari
    • A/6: le abitazioni rurali
    • A/7: gli alloggi tipici

    Sono escluse invece dal bonus prima casa 2020 le abitazioni accatastate come A/1, A/8 e A/9.

    L’importanza della Residenza per ricevere il bonus prima casa 2020

    Per riceve il bonus è necessario che l’immobile si trovi nello stesso comune in cui il beneficiario stabilisce la sua residenza entro 18 mesi dall’acquisto.

    Ci sono comunque dei casi eccezionali per i quali spettano le agevolazioni di prima casa anche se non sussiste il requisito della residenza. Ad esempio se l’immobile si trova in un comune dove l’acquirente svolge una qualche attività remunerativa o di volontariato o studio.

    Un ulteriore esempio è se l’immobile è di proprietà di un italiano residente all’estero: condizione che può essere comprovata dal certificato di iscrizione all’Aire.

    I requisiti dell’acquirente per ricevere il bonus prima casa

    L’accettazione della domanda del Bonus prima Casa 2020 sottostà anche ad alcune altri elementi.

    L’acquirente, per iniziare, non deve essere proprietario esclusivo o anche in comunione con il coniuge di diritti usufrutto, proprietà, uso e abitazione di un’altra abitazione nello stesso comune. Non deve essere poi titolare di proprietà di altra abitazione acquistata sul territorio nazionale usufruendo di agevolazioni prima casa.

    Agevolazioni prima casa 2020

    Quando si acquista l’immobile da un privato o da una società diversa dall’impresa costruttrice per la prima casa è prevista una imposta di registro del 2%.

    Il calcolo dell’imposta di registro può essere richiesto sul valore catastale e non sul valore di mercato.

    Se l’immobile viene acquistato dalla società costruttrice, invece, l’agevolazione prima casa funziona come sconto dell’Iva.

    In questo caso chi acquista può usufruire di un’Iva agevolata al 4%.

    In caso poi di vendita e riacquisto di prima casa l’acquirente può godere del credito d’imposta: viene data la possibilità di detrarre dalla nuova imposta da pagare l’importo di quella già pagata per il vecchio immobile, questo è però possibile solo se la vendita della vecchia avviene entro un anno dall’acquisto della nuova.

    Scegli la tua prima casa a Triborgo Bicocca

    Una prima casa dei sogni a Milano a due passi dal centro in un complesso residenziale moderno. Scegli Triborgo e scopri i vantaggi dell’area di Bicocca e le agevolazioni del Bonus prima casa.