HANGAR BICOCCA: DA STABILIMENTO INDUSTRIALE A CENTRO CULTURALE

    hangar bicocca pirelli

    15000 mq di spazio espositivo, vero punto nevralgico di un processo di moderno recupero di un’area industriale: Hangar Bicocca è un gioiello, ma anche il simbolo di una rinascita.

    Hangar Bicocca è sempre stato, a modo suo, un simbolo del quartiere Bicocca. Un tempo lo era in quanto grande unità produttiva in una fiorente area industriale, oggi lo è come spazio espositivo e culturale all’interno di un quartiere rinato e aperto al nuovo concetto residenziale.

    La storia dell’Hangar è strattamente legata alla storia degli stabilimenti Breda, importante famiglia industriale che agli inizi del 900 spostò la produzione proprio nel quartiere Bicocca. Seguita in questa migrazione da alter famiglie ed altri grandi nomi dell’industria, come Pirelli e Marelli, sancì la nascita di Bicocca come uno dei più ampi e ricchi poli industriali europei.

    Negli anni ’80 il passaggio della Breda alla Ansaldo stabilì l’inizio della dismissione industriale seguita da un rinnovo urbanistico totale dell’area che, da polo industrial, diventò moderna zona residenziale.

    Hangar Bicocca veste oggi nuovi abiti e i suoi ampi spazi sembrano avere una naturale, quanto impensata, propensione all’arte.

    Il nuovo volto di Hangar Bicocca

    Seguendo la filosofia Pirelli votata alla sperimentazione e all’idea che l’arte contemporanea possa essere un terreno fertile per la ricerca e la riflessione critica sui più importanti temi contemporanei, nasce un mondo nuovo nel cuore di Bicocca.

    Hangar Bicocca diventa una sorta di anima artistica e sperimentale in grado di ospitare 280.000 visitatori sia italiani che stranieri ogni anno, senza dimenticare le attività dedicate ai ragazzi, alle scuole e agli studenti universitari che costituiscono una parte fondamentale del progetto Pirelli Hangar Bicocca.

    Oltre all’area dedicata alle mostre temporanee, le Navate, dagli splendidi elementi architettonici originali del secolo scorso, ospitano la celebre opera permanente di Anselm Kiefer “I Sette Palazzi Celesti 2004-2015”.

    Realizzata per l’inaugurazione del 2004, con le sue sette torri in cemento armato, ha reso il Pirelli Hangar Bicocca uno dei luoghi da vedere a Milano, aprendo al turismo anche questa area un tempo grigia e polverosa. Oggi la zona, moderna e ben servita da nuove line di metropolitana che la rendono raggiungibile dal centro storico in pochi minuti, è una delle più ricercate per l’acquisto di una residenza a Milano.