VIVERE IL MONOLOCALE A MILANO: COME ARREDARE PICCOLI SPAZI

    monolocale a milano

    Il monolocale a Milano incarna lo stile di vita moderno caratterizzato da poco tempo libero e da giornate caotiche e impegnative, dove ogni spazio deve essere funzionale e ottimizzato.

    Acquistare un monolocale vuol dire affrontare dei costi decisamente contenuti rispetto a bilocali e trilocali: la giusta soluzione per chi non necessita di ulteriori spazi e vuole iniziare a investire senza sprecare i propri risparmi in un affitto.

    Tuttavia l’arredamento di una casa a metratura ridotta non è così semplice. Bisognerebbe ragionare con calma a un progetto di design che può trasformare il monolocale in un luogo gradevole e accogliente..

    I nuovi monolocali a Milano Bicocca, nel nuovo complesso di Triborgo, potrebbero essere un punto di partenza ideale. Edifici di nuova concezione con classe energetica A4 che garantiscono la funzionalità degli ambienti e lasciano la libertà di organizzare gli spazi con una scelta oculata dell’arredamento.

    Monolocali Milano: 7 consigli per arredare in modo intelligente

    Suddivisione degli spazi

    Il monolocale a Milano non deve essere concepito necessariamente come un ambiente unico e indistinto.

    Anche i piccoli spazi possono essere suddivisi, ad esempio, in area giorno e area notte, sfruttando l’intera metratura di giorno e inserendo il séparée di notte, in modo da avere delle stanze accoglienti che regalano intimità e privacy agli abitanti della casa.

    Esistono diverse possibilità: un’idea “teatrale” è l’utilizzo di tende lavorate o di pannelli che richiedano solo una struttura di sostegno adeguata da posizionare a soffitto.

    Un’altra soluzione è separare gli spazi del monolocale con una struttura di mensole di altezza variabile, come una libreria, possibilmente a spazi aperti per non creare ambienti claustrofobici. Le altezze variabili, rispetto a quelle fisse, consentono un movimento visivo più ampio che aiuta a rilassare l’occhio.

    Una terza alternativa è data dall’utilizzo di una porta a scomparsa o a soffietto per creare una cucina “invisibile” e rendere il design più ordinato.

    Scelta di mobili della giusta dimensione

    Le dimensioni dei mobili devono essere adattate all’ambiente.

    Meglio evitare letti king size o tavoli troppo ingombranti: questa è una regola fondamentale per non riempire tutto lo spazio con un unico pezzo di arredamento.

    Colori chiari

    Tinte chiare e neutre tendono a dare una sensazione di maggiore ampiezza e ad aumentare la luminosità che giunge dalle ampie finestre.

    Creatività… verticale

    Sfruttare al massimo le pareti in tutta la loro ampiezza lascerà liberi i pavimenti e regalerà spazi d’appoggio, dando il la alla creatività.

    Zona notte

    La zona notte è probabilmente il luogo da studiare con maggiore attenzione.

    Molti ragionano sulla possibilità di un divano letto, che rappresenta il mobile per eccellenza dei moderni monolocali a Milano. Il design contemporaneo vi regala molte altre possibilità.

    Ricavando un’area notte permanente, si potrebbe optare per spaziosi letti contenitore, per strutture su misura con cassettoni capienti alla base o soppalchi se gli ambienti sono abbastanza alti.

    Illuminazione

    Disporre di un monolocale a Bicocca come quelli proposti da Triborgo, permette di avere una struttura in grado di sfruttare appieno la luce naturale: questo è un buon punto di partenza per organizzare l’illuminazione dell’intero appartamento.

    E’ possibile infatti integrare la luminosità giornaliera con luci sospese e soffuse che aiutino a garantire una buona illuminazione e studiare la migliore visibilità notturna in assenza di fonti di luce naturali.

    Scelta di mobili in vetro

    I mobili in vetro rappresentano un’ottima soluzione per arredare ed evitare problemi di ingombro. Tendono a trasformare gli ambienti rendendoli più ampi, nonché moderni e sofisticati.